Cerca
  • Dott.ssa Fabiana Cannella

Natale!!!!! Come conciliare le feste alla bilancia!!!


La nostra preoccupazione a Natale è quella di stravolgere il proprio regime alimentare e trascurare la linea. Questo provoca stati d’ansia e sensi di colpa.


Antipasti come se piovesse, primi piatti a non finire e oltre dieci tipologie di dolci da assaggiare, le vacanze natalizie degli italiani si confermano ancora una volta l’occasione ideale per festeggiare e viziarsi all’insegna della tradizione. Ma se l’atmosfera sembra quella ideale per passare delle giornate serene e spensierate, l’ansia si manifesta proprio nel luogo per eccellenza della convivialità: la tavola. I recenti dati diramati dall’Istat parlano chiaro: gli abitanti del Bel paese metteranno su una media di tre chili. Infatti ben un italiano su tre (32%) teme le abbuffate natalizie e le vive con agitazione (35%) e sensi di colpa (29%), preoccupati di come affrontare pasti abbondanti e di lunga durata.

“Durante le feste non puoi non mangiare” è una frase che ricorre spesso nel gergo popolare, veicolata in particolare agli studenti o ai giovani lavoratori da parte di genitori e parenti. Diciamo che questa frase è vera fino ad un certo punto, dobbiamo godere delle gioie della tavola, ma senza stress e sensi di colpa.


Vediamo 10 semplici regole da applicare durante le festività:

1) Diamo più valore alla qualità del cibo (rispetto alle quantità) e alla compagnia: come vogliamo viverlo questo Natale? Per mantenersi a tavola possiamo pensare a mangiare meno ma meglio, riducendo l’abbondanza e la scelta per piatti della tradizione che non ci facciano vivere di avanzi i giorni dopo. Pensiamo ad altre cose del Natale, cancellando l’idea delle abbuffate per focalizzarci su dei pasti migliori in buona compagnia. No allo sperpero alimentare, che spesso porta all’ingordigia.

2) Niente digiuno pre-abbuffata: inutile digiunare prima del pranzo o della cena della vigilia se questo ci porterà ad abbuffarci dopo.

3) Sì al cioccolato fondente: usiamo il cioccolato extrafondente o il cacao per i nostri sfizi dolci natalizi.

4) Sì alle spezie come lo zenzero: lo zenzero è la spezia natalizia per eccellenza, e un perfetto digestivo. Sì a una tisana a base di zenzero dopo le mangiate.

5) Sì alla frutta secca nelle giuste quantità: noci, nocciole, mandorle sono alimenti funzionali, ricchi di grassi polinsaturi e monoinsaturi e tipici anche delle feste. Meglio un pugno di noci a fine pasto che un piatto pieno di dolci confezionati.

6) Bilanciare con le proteine: in genere pranzi e cene di Natale abbonando in carboidrati e grassi. Ricordiamoci di assumere le giuste proteine anche nei giorni di festa, con un minipasto proteico di compenso o un paio di uova a colazione.

7) Brindisi moderati: ok al bicchiere di spumante e a un po’ di vino durante i pasti, per brindare. Ma limitiamo il consumo di alcol.

8) Muoversi 15-30 minuti al giorno: anche nei giorni di festa è importante muoversi un po’, persino più importante.

9) Dire di no anche a Natale: a Natale, prima di volere bene e fare del bene, fatti del bene dicendo qualche no. Non sentirti obbligato a onorare la tavola mangiando tutto, né a partecipare a inviti, tazze di tè che si trasformeranno in merende ricche di dolci o aperitivi con pizzette e patatine per non scontentare nessuno. Pensa a rilassarti e goderti quei pochi giorni di ferie.

10) Nei giorni non festivi, continuare il proprio piano alimentare, muoviti di più e non mangiare gli avanzi.


Piano alimentare per i giorni di festa:


24 Dicembre/ 31 Dicembre


Colazione: come da piano alimentare

Se invece non stai seguendo un piano ben delineato, il mio consiglio è quello di fare una colazione completa e bilanciata ricca di proteine: esempio yogurt greco bianco con muesli, kefir con muesli, uova e pane tostato, per idee seguite tranquillamente i miei social: facebook Dott.ssa Fabiana Cannella, biologo nutrizionista oppure instagram Fabiana_cannella_nutrizione.

Spuntino: frutta e 10gr di frutta secca

Pranzo: ricco di proteine, ad esempio un’insalata con salmone o tonno o petto di pollo oppure un minestrone con una fonte proteica a scelta

Spuntino: assolutamente da non saltare per evitare di arrivare al cenone con i morsi della fame

Ideale uno yogurt con frutta fresca oppure frutta con 20gr di parmigiano o frutta secca

Cena TUTTO quello che volete……mi raccomando la MODERAZIONE



25, 26 Dicembre/ 1 Gennaio


Colazione: se vi sentite sazi dal giorno prima un caffè con 2-3 biscotti integrali sono sufficienti. Se sentite fame la colazione consigliata dal vostro piano va benissimo

Spuntino: frutta e 10gr di frutta secca

PRANZO TUTTO quello che volete……mi raccomando la MODERAZIONE

Spuntino una tisana

Cena: all’occorrenza potete saltarla, oppure un passato di verdure senza pasta. Bere tanto.



Stai già pensando di rimetterti in forma dopo le feste? Chiama ora al 3805828916 per fissare un appuntamento a partire dal 10 gennaio 2022!



62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Non solo patologia cutanea ma molto spesso causa di problemi intestinali. L’allergia al Nichel è molto diffusa, secondo le ultime stime, in Europa il 20% circa della popolazione è allergica al Nichel,